Agevolazioni Sardegna: aperte le domande per sostegno di 800 euro a famiglia.

In un momento di difficoltà è stata scritta una pagina positiva della politica sarda, con il contributo di tutte le forze politiche”.

Si tratta, di un impegno enorme: 120 milioni di euro, una cifra davvero importante se parametrata ai 400 milioni di euro stanziati dal Governo per tutti gli italiani.

E’ la base per consentire alla Sardegna di resistere al drammatico momento di crisi, e per prepararsi a far ripartire la nostra economia.

Possono accedere al contributo: i disoccupati, i lavoratori dipendenti, gli autonomi, i lavoratori co.co.co, i titolari di Partita IVA la cui attività è stata compromessa a causa della diffusione del virus.

Per i nuclei familiari superiori a tre unità è previsto un incremento di 100 euro per ogni componente.

Possono fare richiesta i nuclei familiari residenti e domiciliati alla data del 23 febbraio 2020 nel Comune presso il quale si presenta la domanda , i cui componenti siano (almeno una condizione):

lavoratori dipendenti o autonomi che abbiano subito una sospensione o una riduzione di attività lavorativa per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da Covid-19 e i cui datori di lavoro non abbiano acceduto alle forme di integrazione salariale o vi siano transitati a seguito del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18;

lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa iscritti alla gestione separata di categorie economiche la cui attività è stata sospesa o ridotta a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19;

titolari di partite IVA, ovvero soci di società iscritti alla gestione dell’assicurazione generale obbligatoria (AGO) di categorie economiche la cui attività è stata sospesa o ridotta a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19;

collaboratori di imprese familiari di categorie economiche la cui attività è stata sospesa o ridotta a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19;
privi di reddito di lavoro o di impresa alla data del 23 febbraio 2020.

Chi non può prendere gli 800 euro:

Non beneficiano dell’Indennità i nuclei familiari composti fino a tre persone nei quali almeno un componente percepisca una pensione o un reddito derivante da lavoro dipendente o da attività lavorativa non sospesa o non ridotta per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da Covid-19, il cui importo sia uguale o superiore a euro 800,00, alla data di presentazione della domanda.

Chi non può prendere gli 800 euro:
Non beneficiano dell’Indennità i nuclei familiari composti fino a tre persone nei quali almeno un componente percepisca una pensione o un reddito derivante da lavoro dipendente o da attività lavorativa non sospesa o non ridotta per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da Covid-19, il cui importo sia uguale o superiore a euro 800,00, alla data di presentazione della domanda.

Per informazioni e/o assistenza

L’articolo Agevolazioni Sardegna: aperte le domande per sostegno di 800 euro a famiglia. proviene da #Adessonews Finanziamenti Agevolazioni Norme e Tributi.

Powered by WPeMatico

L’articolo Agevolazioni Sardegna: aperte le domande per sostegno di 800 euro a famiglia. proviene da #Adessonews Finanziamenti Agevolazioni Norme e Tributi.

Powered by WPeMatico

L’articolo Agevolazioni Sardegna: aperte le domande per sostegno di 800 euro a famiglia. proviene da #adessonews #italagevolazioni Finanziamenti Agevolazioni Norme e Tributi.

L’articolo Agevolazioni Sardegna: aperte le domande per sostegno di 800 euro a famiglia. proviene da #adessonews #italagevolazioni Finanziamenti Agevolazioni Norme e Tributi.

L’articolo Agevolazioni Sardegna: aperte le domande per sostegno di 800 euro a famiglia. proviene da #adessonews #italagevolazioni Finanziamenti Agevolazioni Norme e Tributi.

L’articolo Agevolazioni Sardegna: aperte le domande per sostegno di 800 euro a famiglia. proviene da #adessonews #retefin Finanziamenti Agevolazioni Norme e Tributi.

Powered by WPeMatico

L’articolo Agevolazioni Sardegna: aperte le domande per sostegno di 800 euro a famiglia. proviene da #adessonews adessonews #retefin retefin Finanziamenti Agevolazioni Norme e Tributi.

Powered by WPeMatico

Blocco procedure esecutive: novità destinata ad aiutare le famiglie che stanno subendo l’azione esecutiva sulla propria abitazione principale.
Esecuzioni immobiliari: come rifinanziare la prima casa all’asta
In estrema sintesi, è data la possibilità al debitore/consumatore la cui abitazione principale sia sottoposta ad esecuzione forzata iniziata dalla banca creditrice (o da un intermediario finanziario ex art. 106 D.Lgs. n. 385/1993 o, ancora, da una società per la cartolarizzazione dei crediti di cui all’art. 3, L. n. 130/1999) o in cui la stessa sia intervenuta per un credito assistito da ipoteca di primo grado, di formulare una richiesta di rinegoziazione del mutuo in essere ovvero di finanziamento finalizzato all’estinzione del detto mutuo, con surroga nell’ipoteca esistente e con eventuale garanzia del Fondo di Garanzia per la prima casa

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: