Covid, casi in aumento: il Molise perde il primato di zona verde d’Italia

La nuova mappa del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie sull’incidenza dei contagi da coronavirus nel territorio dell’Unione

CAMPOBASSO/ISERNIA. Emergenza coronavirus: aumentano i casi e il Molise perde il primato di zona verde d’Italia. Il dato emerge dall’aggiornamento della mappa del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie sull’incidenza dei contagi da coronavirus nel territorio dell’Unione

Per quel che concerne, più in generale, la situazione in Italia, sono 7 le regioni rosse segnalate sulla mappa Ecdc. Sostanzialmente stabile, dunque, la situazione epidemiologica misurata in base all’incidenza dei casi positivi a 14 giorni ogni 100mila abitanti, combinata con il tasso di positivi sui test effettuati.

Nella mappa epidemiologica aggiornata oggi sono confermate, come la settimana scorsa, le 7 regioni in rosso: Toscana, Marche, Lazio, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna. Rispetto a 7 giorni fa esce la Campania (torna in giallo) ed entra il Lazio. Il resto della Penisola è giallo, compreso il Molise che invece – si diceva .la settimana scorsa era verde.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui   e salva il contatto!

 

Source

“https://www.isnews.it/politica/83101-covid-casi-in-aumento-il-molise-perde-il-primato-di-zona-verde-d-italia.html”
Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Blocco procedure esecutive: novità destinata ad aiutare le famiglie che stanno subendo l’azione esecutiva sulla propria abitazione principale.
Esecuzioni immobiliari: come rifinanziare la prima casa all’asta
In estrema sintesi, è data la possibilità al debitore/consumatore la cui abitazione principale sia sottoposta ad esecuzione forzata iniziata dalla banca creditrice (o da un intermediario finanziario ex art. 106 D.Lgs. n. 385/1993 o, ancora, da una società per la cartolarizzazione dei crediti di cui all’art. 3, L. n. 130/1999) o in cui la stessa sia intervenuta per un credito assistito da ipoteca di primo grado, di formulare una richiesta di rinegoziazione del mutuo in essere ovvero di finanziamento finalizzato all’estinzione del detto mutuo, con surroga nell’ipoteca esistente e con eventuale garanzia del Fondo di Garanzia per la prima casa

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: