L’Italia torna a bruciare


L’Italia brucia. I dati di questa estate sono drammatici ed è ancora presto per contare tutti i danni. Ad oggi sono oltre 400 gli incendi boschivi di grandi dimensioni con superfici coinvolte che sono praticamente triplicate rispetto ai recenti anni e danni stimati per un miliardo di euro. Si corre il rischio di tornare ai drammatici ed infausti anni ’80, quando in Italia in media bruciavano 150mila ettari di bosco all’anno.

Bisogna dire che, forse complice il riscaldamento globale, il fenomeno non è solo italiano. Nel solo bacino del Mediterraneo si perdono mediamente 480mila ettari ogni anno (fonte: Sisef). Da notare come negli Usa, in Canada e in Australia gli incendi hanno poi coinvolto immense superfici, con una velocissima velocità di propagazione ed arrivando a interessare i centri abitati e a causare numerose vittime.

Non si vuole certo arrivare a tanto. In Italia è importante prevenire dato che il primo fattore di rischio pare sia l’incuria. Ovvero, le sempre più frequenti ondate di calore estive che portano alla rapida essiccazione della vegetazione soprattutto nel sottobosco che poi funzionerà da rapido combustibile nell’incendio.

Se da un lato la superficie boscata nel nostro paese è in notevole crescita ed è arrivata a coprire 11,4 milioni di ettari (il 40% della superficie del Paese, ben oltre la media Ue, che è del 33%) il governo del territorio diventa sempre più difficile visto il forte spopolamento delle aree collinari e montane e l’abbandono di interi territori.
Il bosco però non deve diventare un problema ma una risorsa ed una opportunità, anzi un vero e proprio asset strategico del nostro Paese (e soprattutto dei suoi agricoltori).

Source

“https://agronotizie.imagelinenetwork.com/agricoltura-economia-politica/2021/08/26/l-italia-torna-a-bruciare/71393”
Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Blocco procedure esecutive: novità destinata ad aiutare le famiglie che stanno subendo l’azione esecutiva sulla propria abitazione principale.
Esecuzioni immobiliari: come rifinanziare la prima casa all’asta
In estrema sintesi, è data la possibilità al debitore/consumatore la cui abitazione principale sia sottoposta ad esecuzione forzata iniziata dalla banca creditrice (o da un intermediario finanziario ex art. 106 D.Lgs. n. 385/1993 o, ancora, da una società per la cartolarizzazione dei crediti di cui all’art. 3, L. n. 130/1999) o in cui la stessa sia intervenuta per un credito assistito da ipoteca di primo grado, di formulare una richiesta di rinegoziazione del mutuo in essere ovvero di finanziamento finalizzato all’estinzione del detto mutuo, con surroga nell’ipoteca esistente e con eventuale garanzia del Fondo di Garanzia per la prima casa

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: